Primitvo Vino

303 Produkte

Primitivo - sembra un semplice vino rosso. Ma è complesso. E il primo vitigno ad essere raccolto, da cui il nome Primitivo. Primo - primo. Non abbiate paura di un vino rosso semplice, persino noioso. Il Primitivo è diverso, è speciale, è vivacità del sud Italia su una disposizione secca e buona per le sorprese.

Da VINELLO troverete il Primitivo di tutte le regioni: Primitivo di Manduria, Primitivo Puglia, Primitivo Salento, Brindisi e altro ancora, basta filtrare per sub-regione. Abbiamo dedicato una categoria separata al popolare Doppio Passo Primitivo. Oltre al vino rosso Primitivo, abbiamo anche il vino rosato Primitivo e il Primitivo organico.

Per saperne di più su Primitvo Vino
Filter schließen
di fino
 
 
 
Non sono stati trovati risultati con i filtri applicati.
CONSIGLIATO!
Doppio Passo Rosato Puglia IGT 2021 - CVCB
Doppio Passo Rosato Puglia IGT 2021 - CVCB
Vini rosati Doppio Passo semi-secco Italia Puglia (IT)
7,16 € *
0.75 l (9,55 € * / 1 l)
70217-IT-RO-PR-004-16
CONSIGLIATO!
TANK No 32 Primitivo Appassimento 2020 - Cantine Minini
TANK No 32 Primitivo Appassimento 2020 - Cantine Minini
Vino rosso Appassimento semi-secco Italia Puglia (IT) Salento IGT (IT)
8,50 € * 8,17 € *
0.75 l (10,89 € * / 1 l)
70125-IT-RW-PR-007-16
Kaufe 6, spare 5%
CONSIGLIATO!
Sessantanni Primitivo di Manduria DOC 2017 - Cantine San Marzano
Sessantanni Primitivo di Manduria DOC 2017 - Cantine San Marzano
Vino rosso semi-secco Italia Puglia (IT) Primitivo di Manduria DOC (IT)
20,40 € *
0.75 l (27,20 € * / 1 l)
70342-IT-RW-PR-503-11
CONSIGLIATO!
Trefilari Primitivo Salento IGT 2020 - Cantina Sampietrana
Trefilari Primitivo Salento IGT 2020 - Cantina Sampietrana
Vino rosso Italia Puglia (IT) Salento IGT (IT)
11,14 € *
0.75 l (14,85 € * / 1 l)
70015-IT-RW-PR-010-16
Kaufe 18, spare 10%
CONSIGLIATO!
Doppio Rosso Primitivo Merlot 2020 - Grande Vitae
Doppio Rosso Primitivo Merlot 2020 - Grande Vitae
Vino rosso semi-secco Italia Puglia (IT) Puglia IGT (IT)
7,16 € *
0.75 l (9,55 € * / 1 l)
75211-IT-RW-001-20
CONSIGLIATO!
MEA CULPA Vino Rosso Italia - Cantine Minini
MEA CULPA Vino Rosso Italia - Cantine Minini
Vino rosso semi-secco Italia Puglia (IT) Sicilia (IT)
15,27 € * 13,64 € *
0.75 l (18,19 € * / 1 l)
70125-IT-RW-BL-005-NV
CONSIGLIATO!
Apothic Red 2019 - Apothic Wines
Apothic Red 2019 - Apothic Wines
Vino rosso semi-secco Stati Uniti California (US)
10,36 € * 9,72 € *
0.75 l (12,96 € * / 1 l)
70007-US-RW-BL-002-15
Papale Linea Oro Primitivo di Manduria DOP 2019 - Varvaglione
Papale Linea Oro Primitivo di Manduria DOP 2019 - Varvaglione
Vino rosso semi-secco Italia Puglia (IT) Primitivo di Manduria DOC (IT)
18,35 € *
0.75 l (24,47 € * / 1 l)
70728-IT-RW-PR-05-15
CONSIGLIATO!
Papale Primitivo di Manduria DOP 2020 - Varvaglione
Papale Primitivo di Manduria DOP 2020 - Varvaglione
Vino rosso secco Italia Puglia (IT) Primitivo di Manduria DOC (IT)
10,15 € *
0.75 l (13,53 € * / 1 l)
70728-IT-RW-PR-04-16
CONSIGLIATO!
Cabernet Sauvignon 2019 - Dark Horse
Cabernet Sauvignon 2019 - Dark Horse
Vino rosso secco Stati Uniti California (US)
7,27 € *
0.75 l (9,69 € * / 1 l)
70007-US-RW-BL-001-15
Kaufe 6, spare 5%
CONSIGLIATO!
I Tratturi Primitivo Puglia Rotwein
I Tratturi Primitivo 2020 - Cantine San Marzano
Vino rosso secco Italia Puglia (IT) Puglia IGT (IT)
7,48 € *
0.75 l (9,97 € * / 1 l)
70342-IT-RW-PR-501-12
CONSIGLIATO!
Mandus Primitivo di Manduria DOC 2021 - Pietra Pura
Mandus Primitivo di Manduria DOC 2021 - Pietra Pura
Vino rosso secco Italia Puglia (IT) Primitivo di Manduria DOC (IT)
11,03 € *
0.75 l (14,71 € * / 1 l)
70015-IT-RW-PR-005-11
12 e Mezzo Primitivo del Salento IGP 2020 - Varvaglione 12 e Mezzo Primitivo del Salento IGP 2020 - Varvaglione
Vino rosso secco Italia Puglia (IT) Salento IGT (IT)
7,69 € *
0.75 l (10,25 € * / 1 l)
70728-IT-RW-PR-001-17
CONSIGLIATO!
Primitivo di Manduria DOC 2020 - Conte di Campiano
Primitivo di Manduria DOC 2020 - Conte di Campiano
Vino rosso semi-secco Italia Puglia (IT) Primitivo di Manduria DOC (IT)
9,72 € *
0.75 l (12,96 € * / 1 l)
70697-IT-RW-PR-004-16
CONSIGLIATO!
Pacchetto-scoperta da 6 bottiglie - TANK Weine von Cantine Minini Pacchetto-scoperta da 6 bottiglie - TANK Weine von Cantine Minini
52,24 € * 46,95 € *
4.5 l (10,43 € * / 1 l)
70125-IT-RW-BL-050-6X-PKT
CONSIGLIATO!
Confezione-vantaggio da 3 bottiglie - Trefilari Primitivo 2019 - Cantina Sampietrana Confezione-vantaggio da 3 bottiglie - Trefilari Primitivo 2019 - Cantina Sampietrana
33,42 € * 33,10 € *
2.25 l (14,71 € * / 1 l)
70015-IT-RW-PR-010-3X-PKT
1 di 18

Uva Primitivo sulla vite

Cos'è un Primitivo?

Il Primitivo è un vitigno rosso coltivato principalmente in Italia e originario della Croazia.

Frutti del Sud - sapore pieno di vino Primitivo

Il rosso profondo del Primitivo è pieno di un'abbondanza di potenti frutti di bosco, prugne e ciliegie. Nel corpo vellutato e liscio, il naso rileva note di tabacco, chiodi di garofano, cioccolato, cannella, cuoio e cedro. A seconda della regione, i vini Primitivo sono vinificati in modo diverso. Nel Salento si producono principalmente vini rossi dolci residui, mentre a Manduria si producono vini rossi secchi 

Tuttavia, il Primitivo si trova più spesso come un vino rosso secco con un contenuto di zucchero relativamente alto. Il corposo Vino Primitivo contiene un alto contenuto alcolico del 13-15%, che, insieme al suo corpo morbido, lo rende un piacere per il palato per eccellenza.

Primitivo di Manduria DOC

Tra i soleggiati vini Primitivo d'Italia, i vini rossi di Puglia occupano una posizione speciale e gustosa. Più precisamente, sono i vini Primitivo che si producono intorno alla città di Manduria. Favorito dal terreno argilloso ricco di minerali e pietroso e dal clima caldo e soleggiato, le viti di Primitivo prosperano in modo estremamente robusto e splendido. Questo si traduce in uve a maturazione precoce con un alto contenuto di zucchero, che alla fine producono vini rossi lussureggianti e fruttati. Questi sono così ben accolti - allora come oggi - che i viticoltori del nord del Salento premono il Primitivo di Manduria sotto lo status di DOC. 

Affinché il vino Primitivo possa fregiarsi del titolo di Primitivo di Manduria, è necessario rispettare alcune regole che sono state definite dal Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria, il consorzio ufficiale dei vini di Manduria e dintorni, intorno al 1974. Tra le altre cose, queste includono le varietà di uva ammesse, i periodi di maturazione e le rese massime.

Vigneti con uve giovani in Puglia

Regolamento per la produzione di un vino rosso Primitivo di Manduria

Il catalogo delle misure comprende un totale di 8 articoli, dopo l'adempimento dei quali il vino rosso può fregiarsi della qualifica DOC Primitivo di Manduria.

  • L'articolo 1 descrive semplicemente che la denominazione di origine protetta Primitivo di Manduria si applica solo ai vini che soddisfano i seguenti requisiti.
  • L'articolo 2 riguarda i vitigni ammessi. Almeno l'85% delle uve deve essere Primitivo. Per il restante 15%, sono ammissibili solo i vitigni a bacca nera non aromatici ammessi nelle province di Taranto e Brindisi. Questi possono essere aggiunti individualmente o in combinazione. 
  • L'articolo 3 elenca le zone autorizzate alla produzione del Primitivo di Manduria. L'area si estende principalmente nelle province di Brindisi e Taranto, sul cosiddetto tacco dello stivale d'Italia 
  • L'articolo 4 riguarda la coltivazione, la raccolta e la resa massima (9 tonnellate per ettaro) dei vitigni autorizzati. Stabilisce anche che le uve per il Primitivo di Manduria devono avere una gradazione minima di 13,00% vol. Per una Riserva è 13,50% vol.
  • L'articolo 5 si riferisce al lavoro in cantina così come alla maturazione e alla commercializzazione. L'aggiunta di mosto e vino è proibita. La prima vendita di un Primitivo di Manduria DOC può avvenire dal 31 marzo dopo la vendemmia. Nel caso della Riserva, è addirittura 2 anni dopo la vendemmia in modo da poter osservare la necessaria maturazione di 24 mesi, di cui 9 mesi in botti di legno.
  • L'articolo 6 riassume le caratteristiche del vino rosso Primitivo di Manduria. 

Primitivo di Manduria

  • Colore: un rosso intenso che diventa granato con l'età
  • Sapore: caratteristico della regione, finale da secco a dolce
  • Aroma: complesso e multistrato
  • Gradazione alcolica: almeno 13,5% vol.
  • Acidità: almeno 5 g/l
  • Zucchero residuo: massimo 18 g/l

Primitivo di Manduria Riserva

Le caratteristiche per la Riserva differiscono solo nella gradazione alcolica, che deve essere di almeno 14% vol.

  • L'articolo 7 stabilisce che ogni vino che rispetta i suddetti articoli deve dichiarare sulla bottiglia l'anno di produzione delle uve.
  • Infine, l'articolo 8 chiarisce il contenitore del vino. Solo le bottiglie di vetro con un volume nominale fino a 15 litri possono essere rilasciate per il consumo. Questi possono essere chiusi solo con un tappo di sughero. Solo le bottiglie da 0,25 litri possono avere un tappo a vite.

Gioia del Colle a nord-ovest, Manduria a sud-est

Primitivo - conosciuto da qui al Nuovo Mondo

Indifferente al clima soleggiato e mediterraneo, il Primitivo fiorisce robusto e maestoso sulle colline della Puglia. Il terreno povero e drenato intorno alla città italiana di Manduria è particolarmente adatto al vitigno. La crescente coltivazione del vitigno negli ultimi decenni è il risultato del grande successo dello Zinfandel in America. Soprattutto ai tempi del proibizionismo, il vino rosso di Primitivo era un bene popolare di contrabbando.

Per molto tempo, il vino Primitivo ha vissuto nell'Italia meridionale come uva da tavola o come vino miscelato in cuvée. Il successo inimmaginabile del vitigno in America fu seguito da un grande interesse per la sua controparte italiana. Oggi, vini rossi di alta classe sono fatti dall'uva Primitivo sia in Italia che in America. Tuttavia, il vitigno non è originario di nessuna delle due nazioni. Il Primitivo, o Crljenak Kaštelanski, è originario della regione di confine croato/ungherese di Crljenak. Anche se un'ulteriore ramificazione dell'origine è probabile ma non provata.

La vera origine del vitigno Primitivo

Primitivo, Zinfandel, Crljenak Kaštelanski - in tutti i casi è Tribidrag. L'antica varietà croata ha sempre fatto scalpore, sia come Zinfandel in California, come Primitivo in Puglia o nelle mani di numerosi botanici, scienziati e politici. Immergiti nella storia turbolenta di un vitigno di cui tutti rivendicano un pezzo. Inizia in Italia, più precisamente in Puglia, in un piccolo giardino di un botanico dilettante.

Una passeggiata nella storia

Era l'anno 1799 quando Francesco Filippo Indellicati, il prete della parrocchia di Gioia del Colle, stava passeggiando nella vigna locale. Interessato botanico e agronomo dilettante, il pio Francesco notò subito le viti precoci che si distinguevano chiaramente tra gli altri vitigni. Ha documentato la sua scoperta negli archivi della città con il nome di Primativo, il primo a maturare. Il vitigno si diffuse rapidamente tra i viticoltori locali in Puglia finché il nome Primitivo si affermò intorno al 1860. Da allora, il Primitivo si è sviluppato in una delle varietà rosse più importanti d'Italia.

Primitivo in America

Dopo aver viaggiato per mezzo mondo, hanno scoperto in California un vitigno che era confusamente simile al Primitivo: lo Zinfandel. I viticoltori americani erano convinti che questo vitigno fosse originario dell'America, ignorando il fatto che la vitis vinifera non è originaria del Nuovo Mondo. 

Altri sospettano che sia stato un immigrato ungherese ad aver introdotto in America più di 300 varietà diverse di uva, tra cui presumibilmente il Primitivo dall'Italia. Solo lo storico Charles Sullivan è stato in grado di fornire prove solide. La varietà proveniva dalla collezione di vini di Schönbrunn.

Primitivo e Zinfandel - confusamente simili?

Mentre lo Zinfandel in California e il Primitivo pugliese erano in gran parte indipendenti l'uno dall'altro, nel 1967 un signore interessato alla botanica camminò attraverso i vigneti della Puglia e portò il movimento nella storia di entrambi i vitigni. Era Austin Goheen, un patologo vegetale che lavora per il Servizio di Ricerca Agricola del Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti, a cui le viti di Primitivo locali sembravano molto familiari a prima vista. Senza ulteriori indugi, ha inviato una talea di Primitivo all'Università della California a Davis, che è stata piantata accanto a una vite di Zinfandel. Dopo un po' di tempo e di ricerche, Goheen ha riconosciuto una forte somiglianza morfologica. Inoltre, il futuro studente di dottorato Wade Wolf ha esaminato il profilo molecolare di entrambi i vitigni e ha concluso che i profili erano identici.

La battaglia per il vitigno

Dopo che la ricerca concluse sempre più che il Primitivo e lo Zinfandel dovevano essere lo stesso vitigno, i produttori di vino italiani iniziarono a commercializzare il loro vino negli Stati Uniti come Zinfandel. Questo era un fastidio per i viticoltori americani. Fu solo nel 1985 che il Bureau of Alcohol, Tobacco and Firearms stabilì che Zinfandel non poteva essere usato come sinonimo di Primitivo a causa di prove insufficienti. Questo è cambiato nel 1994, quando le analisi del DNA hanno risolto tutte le incertezze - Primitivo e Zinfandel erano ormai considerati identici.

La ricerca della vera origine

Per molto tempo, un'origine croata del Primitivo era stata sospettata, poiché Zaragese, probabilmente derivato da Zagabria, era sempre stato conosciuto come sinonimo del vitigno. La varietà Plavac Mali, coltivata in Dalmazia, era considerata un candidato caldo, ma è stata scartata da un'analisi degli isozimi. Ma non prima che i viticoltori croati saltassero sull'onda del successo del vitigno. Da allora in poi, vendettero il vino croato con il nome di Zinfandel, l'inizio del secondo capitolo della battaglia per lo Zinfandel. Sono stati esaminati numerosi campioni di vecchie viti di Plavac Mali, nessuno dei quali ha dato un profilo di DNA identico. Ma poi è arrivata la svolta; un vitigno della varietà Crljenak Kaštelanski, da Kaštel Novi nel nord di Spalato, ha coperto completamente il profilo del DNA dello Zinfandel. La connessione è stata confermata da un altro vitigno chiamato Pribidrag, proveniente dal giardino di una signora anziana,  

L'origine dell'uva Primitivo: Croazia

Tribidrag

La più antica menzione del vitigno che conosciamo oggi come Primitivo era sotto il nome di Tribidrag. Questa varietà autoctona in Croazia è conosciuta con questo nome dall'inizio del XV secolo. L'origine di questo nome è notevole, dato che la parola croata tribidraga viene dal greco e può essere tradotta approssimativamente come precocemente matura. Ciò colma il divario tra l'origine in Dalmazia e l'ecclesiastico di Gioia del Colle.

Oggi, Tribidrag può essere trovato quasi ovunque nel mondo. I principali luoghi di coltivazione sono ancora la California e la Puglia. E anche se il Primitivo è considerato esotico in alcuni paesi, il vitigno trova ancora un posto. Ci sono viti in Francia, Israele, Croazia, Australia e persino in Canada e Messico. Non c'è da meravigliarsi, Tribidrag, Primitivo, Zinfandel o qualunque sia il nome del vitigno, porta un frutto pieno e un piacere esuberante nei bicchieri di vino della gente.

Cose da sapere per il piacere di bere in modo ottimale il tuo vino rosso Primitivo

Cos'è il Primitivo?

Il Primitivo, conosciuto anche come Zinfandel e Crljenak Kaštelanski, è un vitigno rosso coltivato principalmente in Puglia e in California. Da quest'uva si producono principalmente vini rossi secchi. Dal 1974, i vini rossi Primitivo di Puglia hanno ottenuto il marchio DOC Primitivo di Manduria, che indica una qualità eccellente. 

Raccomandazione per il cibo - cosa va bene con il vino rosso Primitivo?

Primitivo forte e corposo. Carni rosse, arrosti e piatti alla griglia sono un buon contrappeso a questo vino rosso corposo. Si sposa bene anche con la cucina asiatica e i vespri rustici.

A quale temperatura si dovrebbe bere il vino rosso Primitivo?

Un Primitivo viene servito a 16-18° Celsius.

Quanto dura una bottiglia aperta di Primitivo?

Una bottiglia aperta di Primitivo deve essere richiusa ermeticamente e messa in frigorifero. In questo modo, il vino si conserva fino a 3-5 giorni senza perdite, a seconda del livello di riempimento.

Come si conserva un vino rosso Primitivo?

Fresco e scuro. Gli aromi complessi si dispiegano già nel primo anno e quindi non hanno bisogno di essere conservati a lungo per ottenere un piacere di bere ottimale. Tuttavia, il Primitivo può conservarsi fino a 5 anni in cantine fresche e buie. Prima di gustare un vino da cantina, si consiglia di portare il vino a temperatura di consumo. L'intenditore dice chambriere, il profano si scalda. Non importa come, ha un sapore migliore a una buona temperatura. 

Comprare vini Primitivo online su VINELLO

Ordina un pezzo forte dell'Italia. La nostra grande selezione di vino Primitivo vi ispirerà. Provate anche uno Zinfandel dalla soleggiata California, USA. Perché il sole fa il gusto e il gusto fa il divertimento. Tutto questo e molto di più è nascosto nel colore rosso rubino del vino rosso Primitivo, economico da comprare, facile da ordinare. Brevemente sfogliato online e rapidamente consegnato a casa tua. Godetevi il comfort di una vacanza in Puglia - a VINELLO il vostro fornitore di ore di sole in forma di vino rosso. 

Informazioni utili su Primitivo
Che uva c'è nel Primitivo?
Il Primitivo, conosciuto anche come Zinfandel e Crljenak Kaštelanski, è un vitigno rosso coltivato principalmente in Puglia e in California. Da quest'uva si producono principalmente vini rossi secchi. Dal 1974, i vini rossi Primitivo di Puglia hanno ottenuto il marchio DOC Primitivo di Manduria, che indica una qualità eccellente.
Da dove viene il nome Primitivo?
Il nome Primitivo deriva probabilmente dal latino. Il vitigno matura molto presto e viene quindi raccolto per primo.
Il Primitivo è un vino secco?
Sì, il vitigno Primitivo è la base per un vino secco.
Quale vitigno è il Primitivo?
Il vino Primitivo è fatto dal vitigno Primitivo.
Raccomandazione per il cibo - cosa va bene con il vino rosso Primitivo?
Primitivo forte e corposo. Carni rosse, arrosti e piatti alla griglia sono adatti a controbilanciare il corposo vino rosso. Adatto anche alla cucina asiatica e ai vespri rustici.
A che temperatura si deve bere il vino rosso Primitivo?
Un Primitivo si serve a 16-18° Celsius.
Quanto dura una bottiglia aperta di Primitivo?
Una volta aperta, una bottiglia di Primitivo deve essere ben chiusa e messa in frigorifero. In questo modo, il vino si conserva fino a 3-5 giorni senza perdite, a seconda del livello di riempimento.
Come si conserva un vino rosso Primitivo?
in un luogo fresco e buio. Gli aromi complessi si dispiegano già nel primo anno e quindi non hanno bisogno di essere conservati a lungo per ottenere un piacere di bere ottimale. Tuttavia, il Primitivo si conserva fino a 5 anni in cantine fresche e buie. Prima di gustare un vino da cantina, si consiglia di portare il vino a temperatura di consumo. L'intenditore dice chambriere, il profano si scalda. Non importa come, ha un sapore migliore a una buona temperatura
SU